Integratori per perdere peso: tutto quello che c’è da sapere!
ottobre 25, 2018
Panettone con salmone e salsa allo yogurt
dicembre 27, 2018

Curarsi con le spezie: un aiuto naturale per la tua salute

Immaginiamo un mondo dove è possibile migliorare il proprio stato di salute con quello che ci offre la natura, raggiungendo benessere ed equilibrio come dei sassolini uno sull’altro, senza essere schiavi dei farmaci per un banale mal di gola o mal di schiena. Proviamo a prendere meno medicine e meno pillole, le spezie, all’interno di una sana alimentazione possono rendere i nostri piatti più gustosi e, soprattutto, più salutari.

 

Spezie e rimedi

 

Cannella:

credit:newsly.it

È un potente antiossidante naturale, stimola la circolazione sanguigna e contribuisce a c

ombattere il colesterolo. Ha proprietà antibatteriche (sfruttate nell’Antico Egitto per l’imbalsamazione dei defunti), antisettichestimolanti e digestive .Secondo recenti studi sembrerebbe utile per chi è affetto da diabete di tipo 2per la presenza di un particolare polifenolo che avrebbe un’azione simile a quella dell’insulina,quindi è indicata per i diabetici.

Uso: Mezzo cucchiaino al giorno, disciolto in una tazza di buon tè verde, costituisce un mix potentissimo di antiossidanti e sostanze benefiche per il nostro organismo

 

 

Cumino:

credit:tuttogreen.it

Il cumino possiede molte proprietà ed è ricco di sostanze preziose per il nostro corpo.

Ha una potente azione antitumorale, ricco di ferro, aiuta l’organismo a disintossicarsi più rapidamente dalle tossine.Spesso si sente dire che pochi cucchiai al giorno di cumino aiutino a dimagrire. In realtà è bene evitare false promesse: come in tutte le cose, non esistono spezie e cibi magici che inducano automaticamente a perdere peso.

Uso: Può essere usato sulla carne, al posto del sale, riducendo così, anche l’introito di sodio. Si può anche bere una tisana di cumino: aiuta a digerire e depura l’organismo, oltre a favorire il rilassamento e a coadiuvare nel trattamento della tosse.

 

 

Peperoncino secco:

Prima di parlare delle proprietà specifiche del peperoncino, è bene conoscerne il principale dei principi attivi: la capsaicina. Si tratta di un rubefacente, ovvero di una sostanza capace di stimolare e aumentare il flusso sanguigno, conten

uto in tutto il frutto. È l’elemento che ne conferisce il singolare gusto piccante e per alcune varietà.Proprio per la peculiarità di aumentare il flusso sanguigno, la capsaicina stimola quella sensazione di “andare a fuoco”, di calore improvviso durante l’ingestione. Questo elemento ha poteri antireumatici, antibatterici, stimola la produzione dei succhi gastrici e combatte i problemi di intestino pigro,stimolando il metabolismo e favorendo il dimagrimento.  In aggiunta, il peperoncino si caratterizza per un’alta presenza di sali minerali, flavonoidi e vitamine, tra cui l’importantissima C. Ha inoltre una azione anticancerogena soprattutto per i tumori della pelle e del colon.

Uso: Può essere usato per condire la pasta e altri piatti salati.

 

Zenzero:

Lo zenzero è un rizoma dalle tante proprietà, utilizzato da secoli a scopo curativo, è considerato tra i rimedi naturali più efficaci grazie ai tanti benefici per il nostro organismo: Agisce come antiemetico naturale, aiuta infatti ad alleviare la nausea, u

tilizzato in dosaggi molto bassi. Il rimedio ideale quindi durante lunghi viaggi in auto, nave, autobus e aereo, ma anche in gravidanza.

Essendo un antidolorifico naturale, lo zenzero (soprattutto quello fresco) è davvero un toccasana per il mal di gola dovuto a sbalzi di temperatura e cambi di stagione. Prova a masticare un pezzetto di zenzero fresco non appena senti che la gola inizia a pizzicare.

Uso: Assunto come infuso con miele biologico e limone, è un vero toccasana per i sintomi influenzali. Si può utilizzare fresco da masticare, grattugiato o in polvere per insaporire i tuoi piatti e perfino sotto forma di caramelle o gomme da masticare.

 

 

Noce moscata:

Tante proprietà, ma solo a piccole dosi

credit:meglio.it


La noce moscata migliora la digestione, contrasta l’emicrania, è stimolante, utile in caso di stanchezza e inappetenza, antisetticaastringente e aiuta il tono dell’umore. Ha una elevata azione antibatterica, contrasta dolori dentali e aiuta il rilassamento e il sonno. Oltre i 5 g al giorno può essere tossica però, attenzione a non esagerare con l’assunzione.

Uso: Per le sue proprietà può essere impiegata per diversi disturbi. L’ideale è preparare un decotto di noce moscata o utilizzare la polvere diluita in olio o crema. Può essere gustosa per condire piatti a base di carne o patate.

 

 

Curcuma:

ha una spiccata attività anti-tumorale soprattutto per i quei tumori che colpiscono  prostata, bocca, polmoni, colon fegato, reni, mammella e pelle. Ha una elevata azione antinfiammatoria e antiossidante, conosciutissime fin dall’antichità, che aiutano a contrastare l’invecchiamento cellulare.

Uso: Due cucchiaini con latte di mandorla e miele, come bevanda calda al mattino, sono un vero elisir di lunga vita, consigliatissimo soprattutto per chi soffre di patologie infiammatorie a carico delle articolazioni, come nel caso dell’artrite reumatoide.

 

 

 

 

Come conservare le spezie

Le spezie andrebbero acquistate il più possibile “intere”, cioè non polverizzate e ben sigillate in quanto la macinatura innesca una serie di ossidazioni che ne riducono l’aroma e l’efficacia terapeutica. Per mantenere tutte le proprietà e la freschezza è bene tritarle nel momento in cui ne avete bisogno. Una volta acquistate, ricordate di conservarle al buio, la luce rovina gusto e profumo e in contenitori ben sigillati. Evitate di acquistare grandi quantità di spezie se sapete che le utilizzate sporadicamente: eviterete così sprechi e perdita di sapore. Osate ai fornelli quindi, aggiungendo un tocco in più ai vostri piatti: oltre al palato ne godrà anche la vostra salute.

Federico Zanga
Federico Zanga
Professione Biologo Nutrizionista. Iscritto all’Albo Nazionale dei Biologi, mi occupo di Nutrizione e Alimentazione in stati fisiologici, in fisiologia speciale e stati fisiopatologici accertati. Sono particolarmente esperto di nutrizione sportiva, avendo conseguito una seconda Laurea Magistrale in Scienze Motorie e, da sempre, uno sportivo e amante di uno stile di vita attivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *