La Visita

  • L’ elaborazione di un piano nutrizionale è la parte più semplice  del mio lavoro.
  • La mia vera sfida professionale è entrare in empatia col paziente, motivarlo psicologicamente affinchè lo  stile vita consigliato passi per un naturale processo di cambiamento, accettato con positività ed entusiasmo.
  • L’alimentazione, infatti, non nutre solo il fisico, ma passa principalmente attraverso  la nostra mente, la nostra psiche;
  • E’ proprio nel cibo che, spesso , troviamo una “coccola”, un “pertugio” in cui rifugiarci ed evadere dallo stress della vita quotidiana.
  • Quando elaboro una dieta, quindi, mi sento moralmente obbligato a motivare e sostenere il paziente con ogni mezzo possibile a mia disposizione:
  • Ecco perché mi rendo reperibile h 24, 7 giorni su 7 , tramite ogni mezzo di comunicazione, per affiancare  e sostenere il paziente, gradatim, verso il suo traguardo, in tal modo sicuramente raggiungibile.
  • Il successo del paziente è un successo reciproco, un successo del tandem nutrizionista-paziente, in cui il transfert gioca un ruolo determinante.
  • La prima visita è molto accurata: oltre ad un’anamnesi dettagliata del contesto clinico-familiare,  il paziente viene sottoposto ad una serie di valutazioni della composizione corporea tra cui impedenziometria, circonferenza corporea , bmi, etc.
  • Il tutto al fine di una “radiografia” della sua composizione corporea per  l’elaborazione  della  dieta e dell’ esercizio fisico più adeguati  al conseguimento dei  risultati desiderati, nel più breve tempo possibile, in perfetto stato di salute.

adipositas-behandlung-1024x732