Obesità infantile: la prevenzione prima di tutto!
settembre 14, 2018
Omocisteina: il killer silenzioso!
ottobre 20, 2018

Le 5 bufale alimentari più “succose”

Quando si parla di alimentazione, ognuno ha la sua “massima”, di vero però c’è veramente poco…Cerchiamo di fare un pò di chiarezza su qualcuna di queste grosse bufale.

 

 

1.Bere acqua e limone

Al primo posto della mia speciale classifica troviamo “bere acqua e limone” al mattino: probabilmente la preferita del sesso femminile. Ogni donna ha un’amica, un parente, un conoscente, che le ha consigliato questa “buona pratica al mattino” e lei stessa, convinta fortemente dell’efficacia, continua a diffonderne il verbo. Lo chiariamo subito: bere acqua e limone fa tanto bene quanto mangiare le verdure ai pasti principali!
Non depura da nulla, abbiamo fegato e reni fortunatamente per questo; è solo un bicchiere di acqua con un pò di vitamina C.

A proposito, il kiwi ne contiene molta di più!

 

 

 

 

2. Eliminare la carne rossa

Al secondo posto invece, eliminare la carne rossa perchè cancerogena: il “must del veganesimo”. Mai affermazione fu più sciocca!!! A parte le proprietà positive della carne rossa, che non vi sto qui ad elencare, non ve ne sono manco di particolari negative. Si perchè ad oggi, l’unica relazione tra cibo e cancro, la si può additare ai metodi di cottura e di processamento della stessa. Per intenderci: no carne bruciata sui carboni e no mortadella! Ma anche questa è una affermazione che lascia il tempo che trova. Si perchè l’unico vero consiglio da dare a chi vuol prevenire le patologie cronico-degenerative tra cui il cancro, è mantenere il peso corporeo nel range del normopeso.  A tal proposito, può essere utile calcolare il tuo BMI!

Eliminare infatti carne rossa, piuttosto che formaggi ed essere poi obesi mangiando sempre troppi carboidrati raffinati(cornetti, pasta, pane, pizza)è davvero da stupidi. Il nostro organismo ha organi e sistema immunitario per “combattere” svariate patologie, ma l’unico modo per farlo funzionare bene è essere NORMOPESO.

Un soggetto sovrappeso o peggio ancora obeso che non mangia proteine animali, sia pur eliminando un po’ di potenziali fattori di crescita tumorali, ha comunque e certamente  un fattore di rischio maggiore rispetto ad un onnivoro normopeso. Questo perchè il grasso in eccesso, soprattutto quello addominale, è un vero e proprio “organo cattivo” che quotidianamente produce sostanze infiammatorie pro-cancerogene, pro-diabetiche e chi più ne ha più ne metta…Basta dunque con la demonizzazione della carne e delle proteine animali in generale, e concentriamoci su una alimentazione variegata, equilibrata in tutti i suoi nutrienti (carboidrati, proteine, grassi, vitamine, sali minerali) che ci permetta di essere NORMOPESO.

 

 

 

 

 

 

 

 

3. Limitare le uova

Terzo posto della speciale classifica, le uova massimo due a settimana: e qui mi arrabbio per davvero!!!Per anni sono state incriminate ingiustamente, eppure sono l’alimento migliore: basso prezzo, migliore fonte proteica, acidi grassi insaturi simili a quelli dell’olio extra vergine di oliva. Seppur nel rosso vi è una quota di colesterolo, vi ricordo che non solo una minima quota è essenziale per noi(essendo naturalmente presente nella membrana delle nostre cellule), ma che quotidianamente il nostro fegato lo produce. Quindi se ne introduciamo un po’ con le uova, il nostro fegato ne riduce la produzione; viceversa se mangiamo tanti carboidrati, l’eccessiva insulina agisce sul fegato aumentandone la produzione interna.

Non a caso tutti i diabetici hanno delle dislipidemie, per intenderci livelli di colesterolo e trigliceridi a palla! Da questa grossa bufala, sono nate le famose ricette che rallegrano le mamme premurose: le torte all’acqua. Senza uova, senza latte, senza nulla se non acqua, farina, zucchero e il diabete “dietro l’angolo”. Da oggi fai anche tu la cosa giusta: no alla torta all’acqua, si a due uova a colazione, sarai anche più sazio per tutta la mattinata, evitando di mangiare le merendine e altro junkfood a spuntino!

 

 

 

 

 

 

 

4.Non mangiare i carboidrati a cena

Medaglia di legno invece per “mangia i carboidrati di giorno e le proteine di sera”: roba del MEDIOEVO! Si, fino a tanti anni fa si pensava che fosse giusto così, i carboidrati li assumi fino al pranzo massimo, così li  “bruci” fino a quando vai a nanna. Roba di moto col freno a tamburo, per usare un paragone motociclistico, io che sono un motociclista!Questi sono i classici consigli non solo datati, ma anche di chi praticamente non ha mai fatto una dieta. Si perchè mangiare carboidrati la sera non solo non è così negativo, ma è anche piacevole ed appagante per la nostra psiche, in quanto stimola

la serotonina, ormone definito “delle coccole” proprio perchè ci fa stare più rilassati.

Sul dimagrimento a lungo termine, quello che conta è mangiare di meno di quello che consumiamo, e se mangiare il pane di sera piuttosto che a pranzo, ci aiuta ad essere più sereni per poter seguire un regime alimentare equilibrato, allora che ben venga!!! Non generalizziamo quindi con  banali affermazioni, e personalizziamo la dieta tenendo conto non solo di calorie e grammature ma soprattutto di abitudini ed esigenze personali del singolo soggetto.

 

 

 

 

 

 

5.I legumi sono proteine

Infine lei, quinto posto ma primo morale, la super bufala: i legumi sono proteine. I legumi sono alimenti prevalentemente a base di carboidrati, con un pò di proteine, per intenderci sono una “pasta” con maggior proteine rispetto a quella comune. Per di più, queste proteine con la cottura, diminuiscono notevolmente, e nel complesso sono davvero di medio-scarso valore biologico. Se abbinati alla pasta o riso però, riescono a fornire un quantitativo complessivo di proteine discreto. Benissimo: ma i carboidrati totali derivanti da questa associazione????! Sono dunque l’alimento preferito di chi non ha mai fatto sport, di chi non sa cosa voglia dire scendere sotto il 20% della massa grassa corporea totale. Chi fa sport di alto livello, che sia per la performance o per estetica, sa che con pasta e fagioli gli addominali ben in vista non usciranno mai!Legumi quindi ok, non sono da demonizzare, ma per favore non consideriamoli equivalenti alla carne.

Per ulteriori delucidazioni, puoi consultare il sito del Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione

 

 

 

In conclusione, non farti ingannare dalle bufale che ascolti ogni giorno!

Impara a distinguere il vero dal falso e, quando opportuno, chiedi consiglio al tuo nutrizionista!

Federico Zanga
Federico Zanga
Professione Biologo Nutrizionista. Iscritto all’Albo Nazionale dei Biologi, mi occupo di Nutrizione e Alimentazione in stati fisiologici, in fisiologia speciale e stati fisiopatologici accertati. Sono particolarmente esperto di nutrizione sportiva, avendo conseguito una seconda Laurea Magistrale in Scienze Motorie e, da sempre, uno sportivo e amante di uno stile di vita attivo.

6 Comments

  1. Mariapia ha detto:

    Valide osservazioni!
    Finalmente sfatate concezioni ordinarie e prive di fondamenti

  2. Isabella ha detto:

    Un vademecum molto utile con interessanti precisazioni

  3. Vincenza ha detto:

    Interessantissime precisazioni che mi/ ci aiutereranno a seguire un’alimentazione più sana e consapevole.Grazie dottore!

  4. Anna Maria ha detto:

    Ottime osservazioni. Finalmente un nutrizionista fa chiarezza sulle varie notizie sui.social delle varie bufale a riguardo dell’alimentazione

  5. Françoise Romano ha detto:

    Grazie dott. Zanga per i suoi chiarimenti riguardo certe “bufale” che circolano.
    Seguirò i suoi consigli.

  6. Samanta ha detto:

    Bufale a cui credevo anche io !!! Finalmente ho conosciuto un dottore serio e preparato..
    grazie dottor Zanga.. seguirò ogni suo suggerimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *